Cos’è e come ci si prepara al test IELTS

Condividi la notizia!

Oggi come oggi, chiunque voglia essere competitivo nel mondo del lavoro, a prescindere dal settore, deve essere padrone dell’inglese sia a livello scritto, sia a livello orale.

 

Molto utile a tal proposito è il conseguimento di una certificazione riconosciuta a livello internazionale. Tra queste, è possibile citare il test IELTS. Se vuoi sapere qualcosa di più in merito alle sue caratteristiche e a come ci si prepara per sostenerlo, nelle prossime righe puoi trovare alcune preziose informazioni in merito.

 

Cos’è il test IELTS?

Quando si parla del test IELTS, si inquadra un esame il cui nome è l’acronimo delle parole International English Language Testing System. Si tratta di una certificazione internazionale finalizzata ad attestare il possesso delle competenze di inglese nei casi in cui si ha il progetto di lavorare all’estero, soprattutto nei Paesi anglofoni.

 

Giusto per fare un esempio della sua utilità, facciamo presente che viene richiesto per l’iscrizione a diversi corsi universitari di stampo internazionale. Attenzione: se si hanno necessità non inerenti al mondo accademico, si può fare riferimento all’esame di tipo General. La certificazione ha una validità di due anni.

 

Come si svolge

Il test IELTS, a prescindere dalla versione scelta, prevede quattro moduli. Ecco quali:

 

  • Listening (40 domande divise in quattro sezioni che si differenziano per la tipologia di interazione orale)
  • Reading (prova di 40 domande e che si contraddistingue per la presenza di quesiti a scelta multipla, ma anche di domande in cui è necessario completare la frase)
  • Writing (la prova scritta dell’esame in questione dura 60 minuti e tiene conto di fattori come la coerenza e la coesione del testo prodotto, ma anche della ricerca lessicale e dell’accuratezza grammaticale)
  • Speaking (l’esame può durare dagli 11 ai 14 minuti e si divide in tre parti: introduzione e presentazione, parte individuale e discussione di coppia)

 

Per quanto riguarda la durata, facciamo presente che corrisponde a 2 ore e 45 minuti. Fondamentale è specificare che lo Speaking può essere svolto sia lo stesso giorno delle prove scritte, sia 7 giorni dopo.

 

Entrando nel vivo della struttura dell’esame in questione, è bene sottolineare che, la parte dedicata al Listening e quella dello Speaking, sono uguali nella versione General e in quella dedicata al mondo accademico. Diverse, invece, sono le prove del Writing e del Reading.

 

Come prepararsi

A questo punto, vediamo assieme come è il caso di prepararsi all’esame IELTS. Il primo segreto per arrivare al superamento dell’esame riguarda la pratica. Fondamentale, come messo in primo piano da diversi insegnanti esperti, è il full immersion.

 

Per quanto riguarda i trucchi pratici, tra i principali è possibile citare il corso di lingua all’estero, che può essere frequentato sia in giovane età, sia quando si è adulti e si è nel mondo del lavoro.

 

Nei casi in cui non si ha modo di frequentarne uno, è fondamentale comunque prepararsi e per farlo al meglio bisogna fare riferimento a corsi di qualità, che abbiano come insegnanti dei professionisti madrelingua, con esperienza ampia alle spalle per quanto riguarda la guida alla preparazione di questo esame.

 

I punteggi

Per concludere il quadro relativo all’esame IELTS, è il caso di citare la griglia dei punteggi. Lo schema si divide in 9 fasce. La più bassa è il ‘non user’, mentre la più alta, la nona, è denominata ‘expert user’.

 

Esistono dei punteggi minimi da considerare per i propri progetti di vita: in caso di immigrazione, si parla della fascia 4. Per quanto riguarda invece i motivi di studio, si va dal 6 al 7,5.

Condividi la notizia!