Il segreto di una cucina perfetta? La planetaria

Condividi la notizia!

Tra le attrezzature che non dovrebbero mai mancare in una cucina c’è di sicuro la planetaria, una valida alleata per la preparazione di un gran numero di ricette sia dolci che salate. In previsione di un acquisto, sono numerosi gli aspetti che vale la pena di prendere in considerazione: non solo il materiale di composizione, ma anche la capacità di impasto e la potenza, che non dovrebbe essere inferiore ai 325 watt. Inoltre, è utile verificare se il modello per cui si opta mette a disposizione la funzione di sicurezza del blocco motore e la funzione riposo. Una planetaria efficace dovrebbe garantire non meno di 10 velocità, così da consentire qualsiasi tipo di preparazione, e proporre vari accessori, inclusi un coperchio e un contenitore di dimensioni ampie.

Perché scegliere una planetaria

Tante sono le ragioni per le quali è consigliabile l’acquisto di una planetaria professionale: in primis, per ottenere tutti quegli impasti che richiedono un tempo di preparazione piuttosto lungo. Dal pane alle torte, dalla panna montata al panettone, dalla maionese allo zabaione, si può spaziare con la fantasia seguendo il proprio istinto culinario. Il grande vantaggio offerto da una planetaria, però, consiste nella possibilità di lavorare quantità di impasto anche consistenti, il che non sarebbe possibile con un robot da cucina tradizionale.

Dove trovare una planetaria professionale

Il consiglio è quello di puntare su una planetaria professionale, capace di garantire le migliori prestazioni possibili e, al tempo stesso, una lunga durata nel corso del tempo. Ristodesk è un ottimo punto di riferimento da questo punto di vista, dal momento che permette di scegliere non solo le planetarie, ma anche molte altre attrezzature di alto livello: dalle attrezzature per i panifici alle macchine del ghiaccio, dai forni professionali alle piastre di cottura, dalle macchine per la pasta ai carrelli per gli hotel e i ristoranti, questo shop online è una garanzia per le pizzerie, le macellerie, i bar e tutte le altre attività dedicate alla ristorazione. Nel suo catalogo si trovano, tra l’altro, le lavastoviglie, le cappe aspiranti per il trattamento dell’aria e le attrezzature per le pasticcerie.

Una cucina più semplice e più veloce

La facilità di utilizzo è un altro dei fattori chiave che è bene tenere in considerazione quando si parla di planetarie: non bisogna fare altro che versare i diversi ingredienti all’interno del cestello e avviare la macchina, così da creare l’impasto che si desidera a seconda della preparazione. Che si tratti di fare la pasta fresca, la pizza o il pane, di certo ci si mette molto meno tempo rispetto a quello che sarebbe necessario se si eseguissero delle lavorazioni a mano.

A che cosa serve la planetaria

Ma come è fatta la planetaria? In realtà la sua struttura è piuttosto semplice, visto che si compone semplicemente di un braccio meccanico che viene fatto ruotare attraverso un movimento che ricorda quello dei pianeti (da qui il nome di questo strumento). Il braccio fa in modo che giri su sé stesso il gancio che si sta usando (ma si può trattare anche di una paletta o di una frusta); esso, al tempo stesso, viene fatto ruotare nel mezzo del recipiente. Ecco, quindi, che la rotazione della planetaria offre l’opportunità di realizzare un impasto omogeneo, visto che gli accessori adoperati riescono a toccare qualsiasi punto della ciotola.

Come è fatta

Gli accessori tra cui è possibile scegliere sono, come si è visto, tre: il gancio, la paletta e la frusta. Il gancio viene utilizzato per gli impasti più elaborati, che sono caratterizzati da una maggiore densità; la paletta serve per le farce e tutti gli altri composti di media densità; la frusta viene adoperata per montare.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *