La scuola primaria “Celestino Frasca” di Santa Francesca accende il Natale

Condividi la notizia!

Clima Natalizio, tempo di recite  nei vari plessi scolastici del territorio Verolano. Nella mattinata di venerdì 20 dicembre, da cornice, l’interno della chiesa parrocchiale di Santa Francesca, è toccato alla scuola primaria “Celestino Frasca” cimentarsi, rappresentando un famoso racconto di Charles Dickens “Canto di Natale”. Alla presenza del Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo Veroli 1°, dott.ssa Silvana Schioppo, del vice sindaco della Città di Veroli, Assunta Parente, del Consigliere Comunale Aldo Rossi e di una numerosissima partecipazione di genitori, parenti e persone comuni, gli alunni della primaria di Santa Francesca, preparati con impegno e competenza dalle insegnanti del plesso, hanno rappresentato quest’opera in modo davvero encomiabile tanto da riscuotere continui applausi ed apprezzamenti da parte di tutti i presenti. “Canto di Natale” un racconto che propone insegnamenti morali: Dickens vuole fare capire come ognuno di noi, nel suo piccolo, può impegnarsi per cambiare le cose; un modo per migliorare come persona e quindi star bene con se stessi.

A conferma degli insegnamenti di Dickens, l’intervento della Dirigente, Silvana Schioppo: – Mi preme ringraziare il corpo docente e gli alunni nell’aver realizzato e portato avanti un lavoro che sicuramente a richiesto tempo e capacità realizzativa.  Un racconto, questo, ambientato nella borghesia inglese del 1800 dal quale emergono i valori della solidarietà, del perdono, della carità, della gioia del Natale rispetto alla ricchezza e all’avidità delle persone. Valori che nel tempo, per tanti versi dimenticati e che è necessario riscoprire e conservare”. Un saluto è stato portato, a nome dell’Amministrazione Comunale, dal vice sindaco Parente, la quale ha evidenziato la bravura degli alunni nella rappresentazione del racconto da sembrare di essere in un Teatro. Lapidario il commento del consigliere Rossi – Ragazzi semplicemente fantastici!!!

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *