Pesce spada, proprietà e benefici: le regole per cucinarlo e due idee per portarlo a tavola

Condividi la notizia!

Ci sono cibi che hanno grandi proprietà nutritive e allo stesso tempo un ottimo gusto, e il pesce spada è uno di questi. Vediamo allora, un po’ più nel dettaglio, le caratteristiche di questo alimento e il perché sia tanto gustoso e saporito.

Le proprietà del pesce spada

Il pesce spada è ricco di Selenio e Omega3 e possiede proprietà antiossidanti e favorevoli allo sviluppo del colesterolo buono HDL. Inoltre la presenza di Omega 3 frena l’invecchiamento delle cellule e riduce le infiammazioni. Poi è ricco di vitamine antiossidanti eccezionali contro i radicali liberi e le rughe.

Infine Selenio, Fosforo e Calcio, sono fondamentali per mantenersi giovani e sani, soprattutto per quello che riguarda il sistema muscolo-scheletrico. Un pesce azzurro che viene pescato nel Mediterraneo ricco di proteine e amminoacidi essenziali, e povero di carboidrati e di colesterolo. Ottima la quantità di vitamine presenti, soprattutto quelle del gruppo B dal valore energizzante, e minerali come fosforo e ferro. Vediamo come cucinarlo.

Come cucinare il pesce spada

Facile da cucinare, anche perché privo di spine, il pesce spada comunque va trattato con un minimo di attenzione per non perdere i suoi valori nutritivi. Ovvio che per ottenere il massimo, soprattutto quando si parla di pesce, bisogna scegliere sempre un prodotto all’altezza, per questo è bene ricordare che oggi è possibile acquistare il pesce anche online, grazie ad alcuni servizi specializzati come Easycoop ad esempio, che garantiscono la freschezza e l’ottima qualità del prodotto.

Ma passiamo alle regole d’oro. Innanzi tutto la padella o la piastra sulla quale andrà cucinato deve essere già calda e leggermente unta di olio d’oliva. Questo infatti consentirà di cuocere velocemente la parte superficiale e trattenere al suo interno i succhi saporiti. Per la stessa ragione non va tolta mai la pelle, che protegge la carne più delicata ed è ricca di grassi che aiutano la cottura.

Infine, per evitare che si bruci bisogna usare delle piastre con le superfici ondulate, magari a libro, e prendere tranci di almeno 2 centimetri, o il pesce in cottura si sfalderà.

Gli abbinamenti giusti

Quanto alle ricette, il pesce spada si presta un po’ a tutto, ma ci sono abbinamenti veramente gustosi. Il primo è quello degli spaghetti menta e melanzane che uniti al sughetto dei pomodorini freschi crea un mix di sapori inimitabili, perfetto per un primo piatto.

Un ottimo secondo si può invece realizzare unendo il gusto del pesce spada a quello particolare dello zafferano, il tutto amalgamato da un succo di agrumi che arricchirà ancora di più il piatto, che può anche essere arricchito con del riso basmati, così da creare una particolare portata dal sapore quasi orientale.

Condividi la notizia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *