Frosinone-Roma 2-3, le pagelle dei canarini

Condividi la notizia!

di Roberto Mercaldo

Impresa sfiorata dal Frosinone di Baroni, che al cospetto della Roma gioca un match volitivo e autoritario. Premiata da un vantaggio repentino e superata da un uno-due spietato, la squadra di Baroni trova la forza di riequilibrare la contesa nel finale, salvo consegnarsi alle voglie di vittoria giallorosse proprio nei secondi conclusivi della gara. Resta una prestazione confortante, che qui analizziamo anche riguardo ai singoli.

SPORTIELLO 6

Incerto sul gol del momentaneo 1-1, quando ci mette un po’ troppo ad andar giù per cercare l’intervento sul preciso ma non potente tiro di Dzeko. In precedenza una prodigiosa parata sulla maligna zuccata di El Shaarawi. Pressoché incolpevole sugli altri gol giallorossi.

GOLDANIGA 5

Perde l’attimo fatale quando decide improvvidamente di far rimbalzare in area il pallone che Dzeko trasforma nell’uno a uno. Un errore che pesa, nel contesto di una gara complessivamente dignitosa.

SALAMON 6,5

La torre giallazzurra non si spaventa al cospetto dei celebrati avversari e svetta costantemente, erigendosi a baluardo insormontabile, ahimè non imitato dai compagni di reparto. Bravo anche in impostazione.

CAPUANO 5,5

Una gara in chiaroscuro, nel corso della quale alterna esuberanti e tempestive chiusure a qualche piccola incertezza, che il valore degli avversari evidenzia e dilata. La condizione c’è, la concentrazione va e viene.

ZAMPANO 5,5

Più bravo in fase di spinta che non in copertura, ci mette tanta energia ed altrettanta buona volontà. Impreciso in alcune verticalizzazioni , quando sull’1-0 ci sarebbero spazi per far male ai giallorossi.

CHIBSAH 6

Solito concentrato di energia, talvolta dissipata in corse poco proficue, sovente ben spesa a caccia di palloni guardati con una certa supponenza dallo svagato Nzonzi. Stavolta in fase conclusiva nemmeno ci prova, perché i compiti di copertura sono prioritari.

TROTTA 6,5

Nello spicchio di gara che Baroni gli ritaglia trova il modo di sfiorare il gol del 3-2. Tra il suo ben indirizzato diagonale e la gloria le lunghe braccia protese in tuffo di Olsen, portiere guastafeste.

VIVIANI 5,5

Gioca un gran numero di palloni ed evidenzia, sia pure a singhiozzo, le buone attitudini al ruolo di playmaker. La sensazione è che il passare dei minuti non gli sia amico, per via di una condizione non ancora ottimale.

CASSATA 6

La frenesia di alcune giocate penalizza il suo mondo fatto di buone intenzioni e di slanci lodevoli. Il suo impatto sul match è comunque di tutto rilievo, perché dinamismo e coraggio non gli fanno difetto.

BEGHETTO 5,5

Meno propositivo ed ispirato del solito, evidenzia fin dal fischio iniziale una certa abulia, probabilmente figlia della preoccupazione di non svolgere adeguatamente il compito di copertura sui guizzanti esterni giallorossi.

MOLINARO 6

Da una sua iniziativa scaturisce il gol del momentaneo 2-2. Entra in gara con la giusta voglia e vince la maggior parte dei duelli individuali.

CIOFANI 5,5

Poche luci e qualche ombra sulla prestazione del capitano, che come sempre prende botte e le restituisce, risultando però meno prezioso del solito nel tentativo di far salire la squadra. Solo una conclusione, contrata dalla retroguardia romanista.

PINAMONTI 6,5

Firma il 2-2 con freddezza e bravura, infliggendo alla Roma quel castigo che aveva suo malgrado risparmiato alla Lazio. In precedenza aveva sfiorato l’ingresso col botto, mancando di un soffio l’impatto con la sfera appena entrato in campo.

CIANO 7

Sono ora 7 i suoi centri in campionato, e anche se stavolta c’è stata l’involontaria cooperazione di Olsen, il dato è rilevante. Sciupa un’altra grande occasione, ma è perfetto nell’assist a Pinamonti. Minaccia costante per le difese avversarie, sembra aver preso consapevolezza delle sue notevoli potenzialità.


BARONI 6,5

La sua squadra ha giocato alla pari con la Roma, finendo beffata al morire del match. È evidente la crescita sul piano del gioco e conforta sapere che non tutte le avversarie si chiameranno Roma.

Giornalista del quotidiano online “TuNews24.it”, è stato Caposervizio dei quotidiani “Ciociaria Oggi” e “Il Quotidiano della Ciociaria” e responsabile delle pagine sportive del quotidiano “La Provincia”.

Condividi la notizia!

Roberto Mercaldo

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it", è stato Caposervizio dei quotidiani "Ciociaria Oggi" e "Il Quotidiano della Ciociaria" e responsabile delle pagine sportive del quotidiano "La Provincia".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *