lunedì 26 Febbraio 2024
B1-970x250-TUNEWS24
HomeAttualitàL’Eccidio Settimanale - Per la scelta delle liste e dei candidati si...

L’Eccidio Settimanale – Per la scelta delle liste e dei candidati si aspettano i risultati provinciali e regionali

Sinora i rumors continui fanno i nomi di Assunta Parente, Francesca Cerquozzi, Augusto Simonelli, Cristiano Papetti cui starebbero per aggiungersi Marco Sciandrone ed il ritorno di Giuseppe D’Onorio

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Tanti i curiosi incrociati per le vie e le piazze della città, incuranti della temperatura bassa del pomeriggio del giorno dedicata alla Immacolata, pomeriggio peraltro, un po’ riscaldato dalle luci dell’Albero grande, appena acceso. Il richiamo era scaturito dalla contemporaneità o quasi di tre eventi proposti dal cartellone natalizio. Molti si erano visti in Centro sin dalla mattina per i mercatini dei prodotti tipici di casa nostra.

Accensione dell’Albero Grande con fuochi d’artificio come per la Pantasema



E poi l’attesa era tanta per l’accensione dell’Albero grande della solidarietà in piazza Vescovado. Si può scrivere che il centro storico per un paio di giorni risorgerà sulle sue ceneri come araba fenice. Ma è cosa poca pur se con il naso all’insù i cittadini potevano assistere anche ai fuochi di artificio. Ma solo per una volta. Ah, no, perché accadde anche in occasione della Pantasema. Bravi i ragazzi del presidente Scarsella che pur di fare un po’ di beneficenza, come sempre, si sono inventati l’acquisto delle luminarie ad hoc. Non una però che potesse da lustro alla statua bianca anche se malridotta della Beata che poverella da sola senza nemmeno un cane al seguito venne prelevata dal suo monastero e condotta in cattedrale con un camioncino per i festeggiamenti del suo centenario dalla morte. Povera la nostra Beata rimasta in piazza anch’essa a rimirare l’Albero che tutti hanno festeggiato persino con discorsi soprattutto dall’oratoria politica.

- Pubblicità -

Il calendario delle Chiese di Veroli


Il terzo appuntamento dapprima fissato nella Basilica dedicata a Santa Maria Salome si è consumato al fianco del suo convento, della Beata, nella piccola ma caratteristica chiesetta dei Franconi, che ha accolto la congrega della Patrona per presentare il calendario. Servirà ancora una volta per contribuire a far diventare più bella la Basilica della terza Scala Santa. Foto scaturite dal Concorso fotografico di Veroli hanno composto il calendario delle chiese di Veroli. Nessuno ha scattato foto che potevano fare un vero ‘sgoop’ alla Biscardi immortalando, che ne so!, l’esterno di una parte di una grande chiesa che da anni soffre di reumatismi diventati quasi cronici. E questo giacchè sinora nessun dottore ad acta ha trovato una terapia d’urto. oppure lo scatto con un drone su qualche campanile incancrenito non certo dal solo maltempo ma financo dalla noncuranza umana. Un solo piccolo accenno: a che cosa serviva quel quasi copyright barrando le foto del resoconto dall’inviata speciale dai Franconi. Per favore, è questo il ruolo dell’addetta stampa!? Noi una solo foto la mettiamo. Valutate voi!


In prima fila il sindaco Cretaro e la delegata alla Cultura Francesca Cerquozzi


Intanto il centro storico, ut supra, per un paio di giorni è risorto sulle sue ceneri come araba fenice. Ha avallato le operazioni il sindaco con l’assessore alla Cultura con tanto di microfono in mano per ‘laudare magna cum laetitia” le prime iniziative nel cartellone del Natale che si avvicina. In tutto ciò oltre alla beneficenza ,il maligno ha voluto stravedere per le prossime elezioni amministrative. Specialmente sotto l’Albero Grande. Qualcuno mi ha consigliato di leggere il capitolo della Bibbia dove si racconta di Mosè che sale sul Monte Sinai per ricevere le leggi (I dieci comandamenti) mentre Aronne con i suoi neo adepti ‘fedeli’ raccoglieva tanto oro per fabbricare il suo idolo dalle sembianze di un vitello d’oro.
Chissenefrega! Ed allora bando alle ciance veniamo al sodo.

- Pubblicità -

La politica intanto prova ad uscire dal guscio dei dubbi

Alle cose che più piacciono ai nostri. Giorni fa abbiamo letto ad esempio che il cattedratico Marco Sciandrone si è quasi autocandidato, spinto da Fabrizio Iannarilli e dai suoi amici baskettari per indossare la fascia tricolore di primo cittadino seduto sulla cadrega ancora esclusiva di Simone Cretaro. E’ stato considerato come una sorta di taumaturgo della politica dell’agorà municipale di piazza Mazzoli.
”Tranquillizzo gli aspiranti e le aspiranti al trono che non ho mai preso in considerazione una mia candidatura per mille motivi”- la sua precisazione.
I veri ed attuali politici invece traccheggiano in attesa dei risultati delle regionali.

Due donne per il PD: la Parente e la Cerquozzi con Cesido Trulli (terzo polo) che alza la voce da Collegrosso


Vediamo ed esaminiamo bene i risultati e poi si parte Nel Pd è tornato prepotente il nome di Francesca Cerquozzi che era stata messa in un cantuccio per lasciare spazio all’assessora Parente. Ci sono però in arrivo rumors che rimbombano da Collegrosso dove amici di Renzi fanno sapere che nell’uovo di Pasqua potrebbe uscire la nidiata di Cesidio Trulli. Di questo ne teme la discesa la stessa Assunta Parente, non presente alle inaugurazioni doc natalizie. Con l’aria che tira, però! Germano Caperna (strana la mancanza del suo volto in nessuna delle foto scattate e postate) come lui stesso ha detto in una nostra intervista …” Veroli Proxima si guarderebbe intorno a 360 gradi come è naturale in una competizione civica e sceglierebbe la squadra migliore, competente ma umile seria ma leggera, granitica ma dinamica, radicata ma visionaria”. Dubbio amletico, ma non tanto!

- Pubblicità -

Le liste civiche?

Sono ancora in letargo i presunti attori protagonisti, pur se di tanto intanto qualcuno prova a mettere fuori la testa. Uno su tutti? Simonelli sì, Simonelli no! Sembra essere in corso lo sfoglio della margherita. E il sindaco uscente, Simone Cretaro cui sono andati i ringraziamenti (voto Egato) di Mauro Buschini che era al suo fianco, prima di emettere una sentenza in merito alle scelte che si vanno proponendo sul suo successore, ha chiesto un lavabo pieno di acqua di Capodacqua. Ogni riferimento è puramente casuale.

Passiamo oltre, alle opposizioni

L’unico uomo del M5S in consiglio prende una decisione a seconda della voce in discussione. Lo ha già fatto più di una volta. Quale sirena ascolterà oppure dove si getterà? Non di certo all’Olivella ma troverà un nido dove covare le proprie uova magari così come nell’ultima tornata con una propria lista? Oppure come è apparso negli ultimi tempi bolle qualcosina in pentola che ha acceso sul fuoco del focolare Germano Caperna?



La Destra?



La Lega non si sbilancia pur se più di un cittadino guarderebbe di buon occhio la consigliera Laura D’Onorio che sa parlare un buon italiano e comincia a capirci in fatto di politica. Sa il fatto suo ma non pensiamo che si sentirebbe pronta per scendere in campo. Chissà se invece in una ipotetica lista civica (che lei però ripudia) avrebbe diverse chances visto il continuo ‘corteggiamento diplomatico’ del sindaco Cretaro! Forse perché ne riscontra tanto e continuo vaglia?!. La si è notata infatti spesso attirare l’attenzione che Simone Cretaro le riserva, strizzando l’occhietto galeotto alla Laura, parente dell’ex sindaco D’Onorio. Attenzione alla voce del giorno che spinge a meditare perché negli ultimi tempi starebbe ricevendo pressioni per ridiscendere in campo con l’appoggio di qualche grande elettore. Lui nicchia!

‘Fratelli d’Italia’ strizza l’occhio nei confronti dell’avvocato Cristiano Papetti, peraltro bravo e competente ed uno dei pochi che domina come opposizione l’emiciclo consiliare. Lui sorride alla specifica domanda di rito. Ma … Excusatio non petita, accusatio manifesta! Chi tace acconsente ed allora anche per noi il dubbio è dipanato. Sì, sarà lui il candidato del Centrodestra.


Ultim’ora

La candidatura di un già emerito amministratore peraltro molto competente in fatto di economia persino comunale sarebbe la grossa novità che permetterebbe ai manigoldi politichesi (privi di qualsivoglia scrupolo) di inchinarsi riverenti di fronte tanto. Se ciò dovesse accadere! Ora lasciatemi preparare le pagelle annuali che i nostri amministratori troveranno sotto l’albero di Natale.

- Pubblicità -
Egidio Cerelli
Egidio Cerellihttps://www.tunews24.it
Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

Frosinone – Il consigliere Cirillo chiede al sindaco la testa dell’assessore Rotondi

Pasquale Cirillo, consigliere comunale di Frosinone e coordinatore della lista 'Frosinone Capoluogo', ha inviato una lettera al sindaco Riccardo Mastrangeli chiedendo la sostituzione dell'assessore...
- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24