mercoledì 18 Maggio 2022
B1-970x250-TUNEWS24
HomeEconomia e FinanzaSuperenalotto, la storia del gioco gestito da SISAL

Superenalotto, la storia del gioco gestito da SISAL

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

Ci sono giochi capaci di conquistare le persone alla prima partita, entrati nella cultura popolare con prepotenza. È il caso del Superenalotto, famoso gioco d’azzardo numerico a totalizzatore e a premi italiano. La lotteria è gestita da Sisal, azienda del Bel paese che opera nel settore del gioco, e proprio l’ex presidente Rodolfo Molo, insieme al figlio Geo Molo, ideò il concorso a premi. In molti si chiedono qual è il miglior sito di superenalotto, ma in pochi sono interessati a capire come si sviluppa la storia della lotteria più famosa d’Italia.

L’Enalotto fa spazio al Superenalotto

Per capire come nasce, bisogna fare un passo indietro e parlare dell’Enalotto. Inizialmente questo era stato concepito come una sorta di 1X2, tipo Totocalcio. I giocatori dovevano scegliere se inserire 1, X oppure 2, in ciascuna delle 12 caselle, indovinando la giusta combinazione. I risultati dovevano corrispondere al primo numero estratto su ciascuna ruota del Lotto, andando in ordine alfabetico, il secondo estratto sulle ruote di Napoli e Roma.

- Pubblicità -

Ma cosa vuol dire 1X2? Semplicemente si sceglieva 1 se si pensava che il numero estratto fosse compreso fra 1 e 30, la X se il numero fosse tra 31 e 60, mentre il 2 fra 61 e 90. Per vincere dei premi andavano totalizzati minimo 10 punti, fino ad arrivare a 12.

Il gioco opererà in Italia per circa 40 anni, per poi passare il testimone al Superenalotto il primo dicembre del 1997. A cosa si deve questa scelta? L’enalotto era in costante declino, per questo motivo si decise di stravolgere la formula.

- Pubblicità -

Una volta aggiudicato da Sisal, venne modificato in modo da renderlo più accattivante e interessante, invertendo il calo che aveva investito il gioco. Il nome, infatti, nasce mantenendo il termine enalotto, alla quale venne aggiunto il “Super”. A differenza di prima, bisognava scegliere un numero fra 1 e 90 e le estrazioni riprendevano i numeri del Lotto, con le ruote di Bari, Firenze, Milano, Napoli, Palermo e Roma, mentre sulla ruota di Venezia c’era il Jolly. In caso di ripetizione, veniva utilizzato il secondo numero presente in quella ruota.

A Brescia, precisamente a Poncarale, avverrà la prima vincita, il 17 gennaio del 1998, a poco più di un mese dall’avvio del gioco. Il totale della vincita fu di 11 miliardi di lire. Da lì in poi ci saranno numerose vittorie, fin a quando la lotteria non decide di cambiare nuovamente.

- Pubblicità -

Il 30 giugno 2009 il Superenalotto vedrà l’ultima giocata con l’originaria modalità. Infatti vengono abbandonate le estrazioni e le ruote del Lotto per fare spazio a sorteggi in urne dedicate alla famosa lotteria, rendendola indipendente. Per assistere alla prima estrazione indipendente bisognerà attendere pochi giorni, cioè giovedì 2 luglio 2009.

Il 30 ottobre Il SuperEnalotto assiste alla più alta vincita mai registrata fino a quel momento per un gioco a premi italiano: 177 milioni di euro. La vincita venne assegnata a un sistema di 70 quote da 24 € giocato on line, che ha indovinato la sestina vincente dopo nove mesi di gioco.

- Pubblicità -
Redazionehttps://www.tunews24.it
SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Facebook: TuNews24 e TuSport24
Instagram: TuNews24 e TuSport24
Youtube: TuNews24
Telegram: TuNews24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24