venerdì 19 Agosto 2022
B1-970x250-TUNEWS24
HomeSportBasketVeroli - Alceste Zeppieri ha presentato il suo ‘Passa sta palla’

Veroli – Alceste Zeppieri ha presentato il suo ‘Passa sta palla’

- Pubblicità - B1-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24

In città si riparla di basket, il vero sport vissuto, giocato e che ha dato tante soddisfazioni alla città ed ai suoi tifosi. All’interno della Galleria La Catena ha ospitato tanti tifosi attenendosi però scrupolosamente alla normativa anti Covid. Ha coordinato i lavori il prof. Marco Sciandrone

Egidio Cerelli


Si è svolta in un clima davvero piacevole la presentazione del libro di Alceste Zeppieri “Passa sta palla”. L’evento, organizzato dall’Assessore Patrizia Viglianti, ha avuto luogo presso la Galleria La Catena che, per l’occasione, ha registrato il tutto esaurito in termini di capienza nel rispetto delle normative COVID.

Ha coordinato i lavori il prof. Marco Sciandrone

- Pubblicità -

Moderatore è stato Marco Sciandrone, amico da sempre dell’autore del libro e conoscitore anche lui di storie della pallacanestro verolana. Sciandrone ha introdotto la presentazione attribuendosi il grande merito di aver fatto “incontrare” due grandi persone come Alceste Zeppieri e Patrizia Viglianti. Da questo connubio è nato il progetto editoriale il cui risultato è il bellissimo libro che, siamo sicuri, allieterà le serate invernali di molti verolani. Con la collaborazione del prof. Marco Sciandrone siamo riusciti a raccontarvi del pomeriggio di basket degli anni che furono.

L’assessore allo Sport Patrizia Viglianti

L’Assessore Viglianti ha ricordato, nel suo intervento, la preoccupazione di quando ricevette la telefonata di Sciandrone. Ha detto di aver inizialmente temuto che il motivo della telefonata fosse l’anticipazione di essere “andata in pagella Sciandrone” con voto insufficiente per qualche motivo a lei ignoto. Sì è poi soffermata sulla vera motivazione della telefonata, il progetto del libro, in cui ha creduto immediatamente e sul quale si è buttata con la grinta, la determinazione, l’entusiasmo, il cuore, la passione che tutti noi le riconosciamo. Ha spiegato che il libro, oltre a costituire una memoria storica, mette in evidenza il ruolo formativo e di aggregazione dello sport in una comunità come quella verolana. Ruolo in cui lei, come assessore, crede fermamente.

Intervento dell’autore Alceste Zeppieri

- Pubblicità -

Dopo il bellissimo e “vero” intervento di Viglianti, la parola è passata al grande protagonista, Zeppieri, che ha risposto in modo brillante, da par suo, alle domande che gli sono state poste. Ha spiegato che il libro, in realtà, è a firma di tante persone a cui ha chiesto testimonianze e ricordi da inserire nel volume. E’ quindi un’opera corale che Zeppieri ha saputo ideare e realizzare. Ha poi raccontato che lui, come e più dei molti protagonisti del libro, è cresciuto a pane e pallacanestro avendo in casa papà Roberto, protagonista indiscusso della storia della pallacanestro verolana. Alceste, oltre il talento cestistico, ha ereditato da papà Roberto quella vena ironica che fa da filo conduttore in tutto il libro.
Alceste ha poi fatto riferimento ai suoi trascorsi professionistici da cestista di importanti realtà degli anni ‘80, in cui ha beneficiato della grande “scuola” verolana con cui, tra le tante cose, ha sviluppato la capacità di adattarsi in modo vincente e con pochi mezzi a disposizione alle situazioni, in campo e fuori, più disparate.

Gli interventi dei tifosi presenti

La serata ha poi visto gli interventi in ordine sparso di grandi protagonisti del libro e della storia della pallacanestro verolana. Hanno preso la parola, allietando la platea con divertenti, toccanti ed emozionanti testimonianze, il play campione del mondo, Roby Lella, Roberto Mignardi e l’ex sindaco Giuseppe D’Onorio, Luciano Iannarilli (il più citato nel libro), Massimo Capponi (fiero avversario e poi giocatore del Basket Veroli), Arduino “Lo Ponte” Lella, Fabrizio Perna che ha ricordato di essere stato testimone del primo autocanestro della storia, Alberto Fraja che ha ricordato di essere stato in campo in una partita delle giovanili terminata 2 a 1. Tutti questi interventi hanno contribuito a rafforzare il clima di condivisione, di serenità, di sano divertimento dell’evento di presentazione del libro di Alceste Zeppieri che, come giustamente evidenziato da Giuseppe D’Onorio. Queso in sintesi l’intervento del prof. Giuseppe D’Onorio

Quanto detto e ricordato dal prof. Giuseppe D’Onorio

- Pubblicità -

La storia della pallacanestro a Veroli si scrive con la lettera grande e si compone di tante pagine, poco conosciute, dove sono protagonisti giocatori, di talento o meno, allenatori, giudici di tavolo, presidenti e personaggi che hanno contribuito a far sì che questo sport della palla a spicchi a Veroli raggiungesse traguardi considerevoli a livello nazionale. Alceste Zeppieri, eccellente giocatore ieri e ottimo narratore oggi, con il libro “Passa sta palla!” ci fa rivivere episodi, partite memorabili e figure epiche, con i loro pregi e difetti. L’autore lo fa con intelligenza, arguzia e con la capacità di saper usare la penna. Ne esce fuori non un ricordo nostalgico, che è stagnante, ma una memoria viva dove si può gustare la vera indole Verolana. Leggere il libro di Alceste aiuta anche a sorridere e a guardare il futuro della nostra città con coraggio e fiducia.
Con questi interventi estemporanei, sono state ricordate anche figure importanti, carismatiche e a tutti care come quelle dell’Avv. Giuseppe Todini e del Prof. Costantino Di Clemente.

Ha chiuso la serata l’Assessore Patrizia Viglianti, ringraziando ancora una volta Alceste per il bellissimo libro e per averle dato l’opportunità di fare squadra per la realizzazione del progetto editoriale a supporto della crescita culturale, sportiva, sociale del nostro amato paese, Veroli.

Un mio piccolo ricordo della fine degli anni ‘70

Vorrei aggiungere, sperando di non annoiare, uno dei tanti miei ricordi quale cronista e telecronista del Basket Veroli. Ero come radiocronista nella palestra Coni a Frosinone per la partita decisiva per la serie C. Tra i nostri, ricordo, i vari Cerimoniale Falso, Veroli vinse ed io ho ancora fissa nella mia mente una frase… ore 12,43 Veroli in serie C. Per non parlare della diretta da Fidenza per la promozione in A/2. Ne avrei voluto poter raccontare. Purtroppo quel pomeriggio della presentazione del libro di Alceste ero impegnato già da tempo altrove. Comunque bravi di vero cuore.

- Pubblicità -
Egidio Cerellihttps://www.tunews24.it
Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.
- Pubblicità - B4-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B5-300x250-TUNEWS24

ARTICOLI CORRELATI

- Pubblicità - B6-300x250-TUNEWS24

Più LETTE

- Pubblicità - B2-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24
- Pubblicità - B3-HOMEPAGE-300x250-TUNEWS24