Variante Omicron, allarme rosso in Italia. Zingaretti sul Lazio: nessun caso ma il virus va anticipato

Condividi la notizia!

La  nuova variante del Covid, quella sudafricana ribattezzata Omicron dall’Oms (Organizzazione mondiale per la sanità), fa sempre più paura. In Europa l’allarme è molto alto, specie dopo l’isolamento del primo caso in Belgio, dove è stata ricoverata una donna di ritorno da un viaggio in Egitto dopo essere passata per la Turchia.

In Olanda anche l’allarme è rosso: è di stamattina la notizia di 61 persone risultate positive al Covid dopo un viaggio in Sudafrica, anche se ancora non è stato accertato se si tratti o meno di Omicron. Stesso discorso in Germania, dopo l’isolamento di un primo caso. In Italia al momento non ci sono ancora segnalazioni di casi di Omicron, ma il livello di allerta è altissimo. 

Vaccini: al lavoro per modificarle
alla luce della nuova variante

Intanto le case farmaceutiche sono già al lavoro per perfezionare i vaccini al momento in circolazione e che, stando alle prime risultanze scientifiche, potrebbero essere “bucati” dalla variante Omicron. Pfizer si è subito messa al lavoro e a ruota lo stanno facendo anche tutti gli altri colossi farmaceutici mondiali. 

Variante Omicron, le parole
di Zingaretti per il Lazio

Poco fa il Governatore del Lazio Nicola Zingaretti ha detto al Tg2 che per ora non sono segnalati casi di Omicron nel Lazio. “Tuttavia – ha rimarcato il presidente – il virus deve essere anticipato. E allora è necessario vaccinarsi subito tutti, anche e soprattutto con la terza dose. E poi rispettare le misure di sicurezza: distanziamento e mascherina, quest’ultima in tutti i luoghi chiusi sicuramente ma anche all’aperto ogni volta che è necessario”. Scongiurate, per il momento, nuove misure più restrittive rispetto a quelle in vigore. 

Condividi la notizia!

Redazione

SEGUICI ANCHE SUI SOCIAL
Instagram: Tu News 24 e Tu Sport 24
Youtube: Tu News 24
Puoi leggerci anche in formato cartaceo: il settimanale viene pubblicato e distribuito gratuitamente ogni venerdì in edicole, bar, centri commerciali e svariati esercizi. Ma è possibile anche sfogliarlo comodamente online, cliccando su TU NEWS sfogliabile
TU NEWS, PASSIONE PER L’INFORMAZIONE