Veroli – Il maresciallo maggiore Massimo Paris deceduto causa Covid

Condividi la notizia!

Era il comandante della stazione di Guarcino da qualche anno ed aveva visto per l’ultima volta vivo un suo collaboratore poi morto anche lui. Il luogotenente Giovanni Franzese, comandante della stazione di Veroli, lo ricorda come persona diligente e ligio al suo lavoro

di Egidio Cerelli

Il maresciallo Maggiore Massimo Paris, dal 2017 chiamato a dirigere la stazione dei Carabinieri di Guarcino, non ce l’ha fatta. Se ne è andato colpito dal Covid. Aveva cinquantasette anni. Se ne era accorto qualche mese fa di essere stato positivo. E dopo una degenza per un piccolo periodo presso INI Città Bianca venne successivamente trasferito al Campus Biomedico di Roma, dove è deceduto, per l’aggravarsi delle sue condizioni. Condizioni che di giorno in giorno anziché migliorare sono peggiorate. Il Paris a Guarcino aveva assistito al decesso di un suo collaboratore colto anche lui dal maledetto virus.


Massimo Paris lascia la moglie Linda, i figli Pierluigi e Francesca. Ancora non si conosce la data delle esequie. Il luogotenente comandante della stazione di Veroli Giovanni Franzese che lo ha avuto una quindicina di anni a Veroli, di lui ricorda la bontà d’animo oltre alla dedizione al lavoro. Ora non gli resta anche a lui di porgere le condoglianze alla famiglia anche da parte di tutti i carabinieri della stazione di Veroli.

In questa settimana poco manca per toccare il triste primato della doppia cifra in fatto di decessi dovuti al Covid. Anche la nostra redazione, Tu News è vicina alla famiglia ed a tutto il corpo dei Carabinieri che ha fatto registrare più di un decesso sul lavoro che peraltro in tutta la Compagnia sta svolgendo in modo eccellente pur in mezzo ai tanti contagi che purtroppo si devono registrare ed ancora ci sono gli indisciplinati che non tengono conto della gravità del momento dovuto alla pandemia. Ciao Massimo, che la terra ti sia lieve e da parte di chi ti ha conosciuto una preghiera. Ed a voi Linda, Pierluigi e Francesca un forte abbraccio.

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.