Veroli – Ultimati i lavori della ‘Caio Mario’

Condividi la notizia!

Il sindaco di Veroli Simone Cretaro firma un comunicato insieme all’assessore ai Lavori Pubblici per la scuola del Giglio. Ma va oltre, ricordando a tutti di non procurare allarmismi sulla situazione della pericolosa pandemia locale

di Egidio Cerelli

In questo momento particolare che tocca anche il vasto territorio verolano, il sindaco dopo aver illustrato in un comunicato l’ultimazione, o quasi, dei lavori di ristrutturazione con adeguamento sismico dell’edifico scolastico “Caio Mario” del Giglio ricorda che non bisogna creare allarmismi per il Coronavirus che sta entrando purtroppo in modo subdolo e quasi con sempre più incremento anche il nostro Comune.

Allarmismo, non è un refugium peccatorum

L’allarmismo, caro sindaco, non è dei cittadini o di chi (se ne leggono a iosa su FB scritti di verolani), ma come anche noi abbiamo azzardato a scrivere venerdì, tocca sì al singolo cittadino stare attento, ma spetta anche a chi è al comando della gestione pubblica che non deve scaricare sulla ASL o su altre Istituzioni le varie responsabilità. Il controllo, caro sindaco, sul territorio spetta a chi gestisce la cosa pubblica che purtroppo a Veroli è diventata una prassi non controllata e non incontrollabile da parte di chi deve dare disposizioni per non arrivare anche noi, caro sindaco, in zona rossa. Troppe le scuole ‘toccate’, troppe le contrade piene di focolai. Lo sanno tutti. Ma … Non si chiudano le scuole, ma vi siete accorti quando si entra o si esce dalle scuole qual è il casino e non caos che si registra? Tanto premesso con la speranza che Veroli sia stato solo un caso temporaneo e contingente per i numeri registrati per Covid e che non ci sia un grave seguito, possiamo informare i nostri lettori con il comunicato ‘scolastico’ inteso di lavori del sindaco e del suo delegato ai LLPP con la coda sui cosiddetti procurati allarmi.

Comunicato del palazzo comunale

“Sono stati parzialmente ultimati i lavori di ristrutturazione ed adeguamento sismico presso la scuola media “Caio Mario” del Giglio di Veroli.
Da lunedì 1° marzo una parte degli studenti tornerà ad occupare le nuove aule situate nel primo piano dell’edificio.
Con un finanziamento della Regione Lazio di oltre 700mila euro, infatti, sono stati eseguiti importanti interventi tesi a migliorare la struttura e i servizi in modo da offrire il massimo comfort agli alunni che torneranno, finalmente, a svolgere l’attività didattica in un ambiente più moderno, efficiente e sicuro. Quella relativa al “Caio Mario” è solo l’ultima, in ordine temporale, delle opere programmate e realizzate dall’amministrazione comunale che, con oltre 4 milioni tra fondi propri e finanziamenti regionali, è intervenuta e sta intervenendo su tutte le scuole del territorio di Veroli.

L’assessore ai Lavori Pubblici Simonelli

“Si completa un intervento molto atteso per la città – spiega l’assessore ai lavori pubblici Augusto Simonelli –. Garantire il benessere e la sicurezza delle nostre studentesse e dei nostri studenti in ambito scolastico rappresenta da sempre una nostra priorità. Il programma delle opere sugli istituti non termina con la “Caio Mario”, ma proseguiremo il lavoro per la ristrutturazione e la modernizzazione di tutto il patrimonio edilizio scolastico. I lavori sono terminati nei tempi prestabiliti, il mio augurio per un buon rientro nell’Istituto a personale docente e agli studenti”.

Il sindaco Simone Cretaro

“La pandemia non ha rallentato l’iter di un’opera molto importante per
Veroli – dichiara il sindaco Simone Cretaro –. Guardiamo al futuro, proseguendo il lavoro su tutto il territorio sul fronte dell’edilizia scolastica. E’ necessario garantire ai nostri studenti la massima sicurezza e la continuità didattica. Abbiamo bisogno di strutture che possano accogliere al meglio i nostri studenti e i lavori alla “Caio Mario” vanno in questa direzione. Rinnovo, in relazione all’aumento di casi da coronavirus di questi giorni, il mio appello ad evitare di generare inutili allarmismi e, nel contempo, a proseguire la collaborazione, soprattutto con le Istituzioni scolastiche, che ringrazio per quello che stanno facendo, per il rispetto delle norme di igiene e distanziamento. Ringrazio tutta la cittadinanza per la comprensione. Insieme – conclude – supereremo questa fase così delicata”.

Consiglio amichevole

Nel frattempo, caro sindaco, diventi impopolare anziché populista prendendo, se necessario, non la decisione di chiudere le scuole a rischio, ma di far controllare scuole, Bar, verificando i tanti assembramenti che si registrano e lo sanno tutti, ma fanno finta di niente. Se necessario, potrebbe però segnalare l’impotenza sindacale ai preposti e tenga conto delle parole seppur pesanti ma indispensabili del nostro Prefetto in merito ad altre situazioni gravi. La raccomandazione la rivolgiamo anche alle Forze dell’Ordine di diventare anche loro impopolari pur di far rispettare la normativa anti Covid. Una multa elevata sia di esempio e di monito per tutti i trasgressori. La maggior parte della popolazione starà con voi e non con gli idioti-cretini di turno. Chi non lo ha fatto vada a rieleggere l’articolo di ieri su Tu News. Lo troverà dappertutto, sia sul Tu News cartaceo che su FB.

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.