Alessandro Casinelli dovrà essere risarcito da Rea per la vicenda di Villa Aurora

Anche la corte d’Appello di Reggio Calabria ha riconosciuto la responsabilità penale di Giorgio Rea, l’ex socio di Alessandro Casinelli che, dopo aver acquistato da quest’ultimo il 95% di Villa Aurora, vendeva a una terza persona a lui riferibile, le quote societarie per l’importo di soli 9.500 euro, a fronte del diritto di pegno costituito in favore dello stesso Alessandro Casinelli, ammontante a circa 1 milione di euro disperdendo, in tal modo, la garanzia del creditore. il giudice ha poi rimesso in sede civile, per la definitiva quantificazione dei danni economici e patrimoniali subiti nella vicenda da parte dell’industriale Alessandro Casinelli.

shares