Economia – La Carinci Group Spa grande realtà della nostra terra in forte espansione

Condividi la notizia!

Intervista a Cristian Carinci, direttore marketing e commercializzazione, che insieme al padre Franco ha scritto la storia di un successo aziendale

Da idraulico negli anni ’70, Franco Carinci è diventato progettista e produttore di generatori di calore a combustibile d’avanguardia a livello internazionale


di Egidio CERELLI

La Carinci Group spa è una grande realtà della nostra provincia. Un vanto diremmo con risvolti positivi persino a livello regionale e nazionale.
Lo chiediamo a Cristian Carinci socio e responsabile comunicazione e marketing della omonima azienda.

“Siamo presenti in Italia nel territorio della provincia di Frosinone creando e sviluppando un mercato tecnologico unico nel suo genere. Aggiungo con orgoglio che siamo diventati leader nel settore del riscaldamento, produttori su larga scala di generatori di calore a combustibili solidi d’avanguardia”.

Non una cover ma cantautori con ‘pezzi originali’

Se mi si passa il paragone, nel campo musicale potrebbe definirsi non già una cover bensì un cantautore. I vostri sono ‘pezzi originali’.
“Tutto parte dalle mani di Franco Carinci, mio padre, che ha creato la nostra azienda, quasi dal nulla. Lanciò la sfida a se stesso e direi con grande successo. Oggi è lui a dettare la progettazione ed insieme la commercializzazione”.
Franco Carinci, il capostipite fondatore, oggi amministratore unico del Gruppo, cominciò spinto da una curiosità: scoprire i segreti della termoidraulica e capire le complesse dinamiche del funzionamento di generatori di calore.

Franco Carinci da idraulico a progettista

Che studi o che lavoro faceva cinquanta anni fa ancora giovincello?
“Lui era un appassionato del tipo di lavoro che faceva. Inizialmente era, come dire, un idraulico sotto padrone ma non si sentiva soddisfatto e cominciò così a scoprire i segreti dei prodotti che installava ma che non gli appartenevano”.

Una sorta di manutentore che però stava scoprendo un nuovo mondo.
“Proprio così. Man mano divenne un vero professionista del settore peraltro specializzandosi ancor di più perché veniva dalla gavetta”.

Anno ’80 il suo primo laboratorio

Che era una sorta di garage a Santa Francesca nella casa dove viveva con i suoi genitori.
“E’ vero. Da lì nacque il primo prodotto che divenne un termo-camino quale primo prototipo”.

Ed in quel garage che divenne un po’ alla volta molto più ampio, Franco era sì un provetto e diligente venditore, ma di prodotti realizzati da altre aziende ed allora che successe?
“Devo dire che mi confessò nel tempo che non si sentiva soddisfatto di quei prodotti ed allora pensò di farne uno partendo da zero”.

E la sfida cominciò a concretizzarsi ed ecco la novità . Arrivò il primo logo di un prototipo con la ‘Carinci-caldaie e camini’ oppure aveva un altro nome inizialmente?

“Nacque il marchio Carinci proprio con il primo prodotto ‘Carinci’. Si aprì così una strada e la Carinci cominciò a diventare leader nel settore riscaldamento e produttrice di generatori di calore e combustile solido”.

Il suo progetto fu come un prisma con i lati che racchiudevano un insieme di progetti.
“Che mio padre aveva sempre sognato e che si stavano vieppiù realizzando. Ci volle tanto sacrificio che poco alla volta ripagò quanto si stava facendo”.

Nel 2000 a Sora campeggio quel logo che oggi è conosciuto in ogni dove, la fiammella della Carinci Group

La qualità della Carinci Group è stata la peculiarità che ha acceso sempre più caldaie di ottimo successo garantito dalla tenacia e passione sempre crescente nel vostro lavoro.
“Soprattutto di mio padre che da sempre ha avuto idee progressivamente efficienti, soprattutto concrete e vicine ai nostri clienti”.
Poi sei arrivato tu per dare un tocco di commercializzazione di una produzione che ormai era uscita fuori dagli schemi della normale produzione e che guardava verso un futuro fatto di grandi novità e non solo. Il suo marketing da te ideato sta dando frutti quasi insperati”.

Oggi la Carinci Group riscalda le famiglie ed ogni angolo della casa
“Rispetto alle prime ‘produzioni’ oggi diamo calore a tutte le famiglie ed il nostro prodotto è all’avanguardia sotto tutti i punti di vista. Sono orgoglioso di essere di supporto a mio padre”.

Dal laboratorio all’industria. Siete cresciuti a tal punto che l’azienda oltre al marchio doc offre garanzie tali per cui siete riusciti a creare una vera industria del settore.
“E’ stata una sfida di famiglia vinta, quella nel veder realizzati stabilimenti nel territorio”.


Non a Veroli, vale a dire nella vostra città

“Purtroppo siamo usciti dal territorio che ci ha dato i natali. Se Veroli avesse avuto la zona industriale di certo avremmo realizzato questo sito in casa. Oggi il nostro opificio oltre a non abbandonare Veroli, nella fattispecie Santa Francesca come punto di indotto della nostra azienda madre, è a Sora dove è impiegato tanto personale specializzato per la produzione e per la commercializzazione toccando le cento unità”.

I vostri punti vendita dove sono?
“Sul territorio italiano ce ne sono circa quattrocento ma altri sono all’estero con il nostro made in Italy offrendo la massima qualità possibile, perché tale è il nostro prodotto”.

Ormai siete una azienda leader a livello nazionale. Sono nati persino tanti centri assistenza garantendo così un servizio ai massimi livelli
“Seguiamo i nostri clienti sia nel pre che nel post vendita che noi chiamiamo consulenze assistite”.

Consigli al cliente con incentivi

Che cosa consigliate a chi sta per acquistare i prodotti della Carinci Group?
“Prima di tutto una intervista al cliente cercando di capire le esigenze per poter consigliare il prodotto migliore indicando financo i risparmi che possono trovare con l’acquisto dei nostri prodotti con incentivi fiscali quali il super bonus ed eco bonus, conto termico con la massima classe ambientale di 5 stelle rispettando normative in vigore dal 2024”.

Al vostro cliente possiamo dunque dire che la Carinci Group ‘è sempre vicino a te ovunque tu sia’?
“E’ una frase, un logo questo ben coniato. In effetti la nostra caratteristica è essere, come dicevo prima, vicini al cliente che non abbondiamo”.

Anche perché voi siete venuti dalla gavetta.

“Noi siamo partiti da venditori ed oggi siamo produttori e questo perchè la nostra esperienza ci ha agevolato nel soddisfare le esigenze dei clienti con prodotti specifici”

Alimentazione ora anche dall’alto

Proponete due kit: pellet con alimentazione dall’alto e dal basso.
“Per la combustione della legna nel termo camino usiamo una tecnologia innovativa, bruciando la legna dall’alto verso il basso con una convenienza anche di consumi con minime emissioni inquinanti”.

Tali accorgimenti spingono il nuovo cliente a venire da voi, vedere lo showroom e poi decidere o meno l’acquisto.

“Come dicevo prima, il cliente può acquistare il nuovo generatore di calore ad alta efficienza pagandolo direttamente la metà al momento dell’acquisto grazie agli ecobonus con sconto già in fattura. Il cliente nuovo può venire tranquillamente e rendersi subito conto delle nostre agevolazioni con lo sconto del 50% grazie appunto agli incentivi fiscali. Ciò grazie all’altissima efficienza dei nostri prodotti”.

Veniamo al brutto periodo che ancora non ci lascia, quello della pandemia. La Carinci Group ne ha risentito oppure avete raddoppiato tutti voi gli sforzi?
“Siamo stati costretti, nostro malgrado, a bloccare la produzione per due mesi. Ne abbiamo tuttavia approfittato per riprogettare tutti i generatori di calore rendendoli più performanti ed efficienti”.

Per fare questo avete dovuto investire. Si parla di circa 250 mila euro
Anche questo è vero. E’ stata una ulteriore sfida e ciò solo per la progettazione di nuovi prodotti. E’ stato uno sforzo economico non indifferente e necessario, che oggi ci sta ripagando dando frutti molto importanti soprattutto nella qualità e nella commercializzazione. Se fossimo rimasti fermi… chissà che cosa poteva accadere. Quando si investe nella ricerca e nello sviluppo anche se il momento della pandemia era rischioso ci ha spinto a guardare oltre il naso, ovviamente facendo grossi sacrifici”.

Prossima sarà anche l’apertura di uno showroom a Frosinone dove già avevate un recapito.
“Viste le richieste che abbiamo vogliamo riproporre, come dicevi tu uno showroom che già avevamo in passato nei pressi di Brunella”.

Il personale

“Abbiamo oltre cento dipendenti diretti con una rete di agenti in Italia e una estera da quattro/cinque anni avendo come partner importanti paesi come la Grecia, il Portogallo, il Belgio con mercati che si stanno sviluppando anche in altre nazioni europee”.

Che fatturato registra la Carinci Group Spa?
“Abbiamo un fatturato di dieci milioni l’anno”.

Siete anche fornitori di gas.
“Da oltre 30 anni nella sede di Veroli siamo distributori nella provincia di Frosinone di gas GPL. E’ questa una branchia sempre della Carinci Group e non nostra produzione ovviamente. A Veroli abbiamo nei nostri magazzini materiale termoidraulico da oltre 40 anni”.

Nozze d’oro tra un anno. Che cosa avete in mente di proporre di nuovo?
“ a ricerca non si ferma mai con nuove tecnologie e prodotti. Tutto parte dalla mente geniale di Franco Carinci con il sottoscritto che lo supporta in tutto”.

A proposito di Frosinone, siete uno dei main sponsor della squadra di Calcio del presidente Stirpe.
“Dal 2015 siamo Top sponsor del Frosinone Calcio per essere presenti sul territorio con una società che è una eccellenza e quindi per noi è un vanto”.

Che cosa c’è dietro l’angolo, visto che la crisi non è di casa, qui nella Carinci Group Spa?
“Speriamo in un grande futuro per una azienda che guarda molto lontano mettendo insieme a tanta passione anche la consapevolezza nei propri mezzi. Il nostro motto, la politica non c’entra, è ‘audere semper ‘con tanto coraggio nel superare le difficoltà e quindi mai arrendersi o, peggio ancora, buttarsi giù”.

Condividi la notizia!

Egidio Cerelli

Giornalista del quotidiano online "TuNews24.it" e del settimanale cartaceo "Tu News", inizia a collaborare con il Messaggero il 29 aprile 1973, quindi con il Corriere di Frosinone, Radio Frosinone, TeleUniverso e Itr, per le telecronache del Frosinone Calcio e del Basket Veroli. Quindi Extra Tv, Ciociaria Oggi, La Provincia Quotidiano e Tg24. Organizzatore di numerosi eventi tra cui la Biennale del Ferro Battuto, Premio Veroli con Mogol, Premio Valente con Gaetano Castelli.